image-0002

Due importanti comuni toscani uniscono le forze per puntare insieme sulla mobilità elettrica ecologica e condivisa.

Accade in provincia di Pisa, a Cascina e Pontedera. Sono due tra le città più importanti e popolose della provincia, che insieme contano 75 mila abitanti e migliaia di utenti pendolari quotidiani. Le città sono unite, sull’asse Pisa-Firenze, dalla strada statale Tosco Romagnola su cui si svolge gran parte del traffico veicolare automobilistico. Per ridurre il volume di questo traffico, e il conseguente inquinamento, i due comuni hanno avviato un progetto che prevede l’acquisto di alcuni mezzi elettrici, auto e bici, messi a disposizione dell’utenza che può utilizzarli in maniera condivisa. I servizi di car sharing e di bike sharing permetteranno ai cittadini di spostarsi in maniera autonoma ed ecologica sul territorio dei due comuni.

Enel Distribuzione ha installato 27 infrastrutture di ricarica, di cui 10 sul territorio comunale di Pontedera e 17 su quello di Cascina: le nuove colonnine sono del tipo Pole Station, possono ricaricare a 3kW (slow) o a 22 kW (quick) e garantiscono l’ alimentazione dei veicoli di nuova generazione così come del parco di veicoli già circolante con una ricarica “intelligente” e “interoperabile”. L’interoperabilità è particolarmente importante perché il possessore del mezzo elettrico, con la sua electric card fornita dal venditore di elettricità, può effettuare la ricarica indipendentemente dalla società di vendita con cui è contrattualizzato. Le nuove infrastrutture di ricarica si aggiungono a quelle già presenti nei Comuni di Pisa, Livorno, Volterra, Larderello oltre alla rete presente nelle altre città del centro Italia come Perugia, Bologna, Forlì, Genova e molte altre. Si tratta di una rete di infrastrutture in continua espansione che permetterà di ricaricare l’auto anche nel corso di un viaggio.

Il territorio di Pontedera e Cascina, per il progetto integrato fortemente voluto dai Comuni e anche per la presenza di infrastrutture di ricarica nelle aree circostanti, si pone dunque come modello per lo sviluppo della mobilità elettrica. Caratteristiche e posizione delle colonnine sono consultabili sul sito eneldrive.it e utilizzando l’ apposita App EnelDrive.

L’operazione è stata finanziata dalla Regione Toscana e ha visto l’attiva partecipazione di Enel Distribuzione. Il progetto prenderà il via giovedì 18 giugno. Durante l’intera giornata nelle due piazze centrali dei due comuni sarà illustrato, in contemporanea, alla cittadinanza. Sarà possibile vedere da vicino il funzionamento di questi mezzi, le modalità di ricarica e di utilizzo da parte degli utenti.

Alle ore 15.00 si terrà l’esposizione delle vetture a Cascina in Corso Matteotti e a Pontedera in Piazza Cavour. Alle 18.00 ci sarà a Pontedera l’inaugurazione ufficiale e alle 18.45 una carovana di mezzi partirà alla volta di Cascina.

(Per i giornalisti che vorranno provare personalmente i mezzi giovedì pomeriggio, è possibile contattare la segreteria del sindaco di Pontedera, Alessandro Macchia 0587.299281, o l’addetto stampa del Comune di Cascina, Daniel Pescini 050.719329)

Il servizio parte in maniera sperimentale (verrà sospeso durante la Notte Bianca di Pontedera, il 20 giugno) e avrà la durata di un anno al termine del quale si valuterà il gradimento che avrà trovato nella cittadinanza.

Saranno alcune decine le auto messe a disposizione. Oltre ad alcuni Porter e alle bici a pedalata assistita. Si tratta del primo sistema in Italia integrato di Bike e Car Sharing.

“Si tratta di un progetto che sta dentro una idea di città – ha commentato il sindaco di Pontedera Simone Millozzi – nella quale abbiamo già realizzato piste ciclabili, parcheggi scambiatori e bus navetta, taxi amico degli anziani e tante altri strumenti. Tutto ciò ha il molteplice fine di aumentare la qualità della vita dei cittadini, migliorare la mobilità e renderla sostenibile dal punto di vista ambientale. Ci auguriamo che la cittadinanza utilizzi questi sistemi e le opportunità che questi servizi aprono”.

“Oggi diamo dimostrazione di come abbiamo speso i fondi europei ottenuti con il progetto Eco Road On – ha aggiunto il sindaco di Cascina Alessio Antonelli – e dimostriamo che a fare sistema ci si guadagna. Non solo. Dimostriamo anche che la parte pubblica può essere il motore di una nuova “rivoluzione verde”, ecologica, capace di promuovere un modo di “pensare differentemente” in nostro futuro. E’ quello che abbiamo già fatto quando abbiamo chiesto ai nostri cittadini di cambiare le abitudini con la raccolta differenziata dei rifiuti porta porta. Mentre come Amministrazione comunale ci siamo impegnati con l’Unione europea a ridurre del 20% le emissioni di anidride carbonica nel nostro comune entro il 2020. Un obiettivo che vogliamo raggiungere anche grazie all’utilizzo dei mezzi elettrici che abbiamo a disposizione”.

“Enel – ha concluso Fabio Pasquini, Responsabile Enel Distribuzione Zona Pisa e Livorno – opera per infrastrutturare il territorio attraverso la massima diffusione delle colonnine di ricarica. La rete è sempre più vasta e prefigura una buona fruibilità sul nostro territorio per chi vuole utilizzare mezzi elettrici”.

Il funzionamento del servizio è stato illustrato dai responsabili di GreenGo, azienda toscana che produce i mezzi elettrici e dalla Siat l’azienda pubblica che gestirà il servizio dai suoi uffici. Per accedere occorre essere dotati di uno smartphone. L’elenco dei punti di ricarica, dei colonnini, e le modalità di utilizzo sono consultabili su www.ecoroadon.it

Per ulteriori informazioni è stato attivato anche un numero verde: 800.931133.

I due comuni invitano quindi tutti i cittadini ad essere presenti alla inaugurazione di giovedì pomeriggio.